Villa d’Este di Tivoli

villa d'este tivoli

villa d'este tivoli

È uno dei luoghi più visitati tra quelli che si trovano nei dintorni di Roma. Un paese non molto esteso dal punto di vista territoriale ma che ha una densità incredibile di luoghi di interesse. Tivoli, l’antica Tibur che nell’antichità fu cantata anche dal sommo poeta Virgilio che la definì ‘Superbum’ nel suo VII libro dell’Eneide.
Una realtà che comprende paesaggi immersi nel verde, bellezze architettoniche, luoghi unici riconosciuti a livello mondiale e diventati nel tempo patrimonio mondiale dell’Unesco. Tra questi, proprio Villa d’Este.

La meraviglia rinascimentale di Villa d’Este

Villa d’Este è una splendida villa rinascimentale realizzata per volontà del Cardinale Ippolito II d’Este, il figlio di Lucrezia Borgia e di Alfonso I d’Este duca di Ferrara; e nata dal genio dell’architetto Pirro Ligorio.
Un capolavoro di architettura ma anche di natura, visto che la villa è nota non soltanto per i suoi edifici ma anche per il parco, una delle espressioni più fedeli del giardino all’italiana che divenne un marchio di fabbrica in tutto il mondo a partire dal 1500.
A partire dal 2001 Villa d’Este di Tivoli è diventata uno dei siti patrimonio dell’umanità secondo l’Unesco. E ad oggi è al 18esimo posto tra i siti più visitati del nostro paese.

Visitare Tivoli e Villa d’Este

Oggi Villa d’Este è uno dei siti più visitati tra quelli nei pressi di Roma. Data la vicinanza è possibile abbinare una visita alla Capitale ad un’escursione in questa località piena di luoghi di interesse. Villa d’Este fu inaugurata nel 1572 e alla sua realizzazione finale lavorarono diversi artisti, alcuni del calibro di Bernini. L’obiettivo del Cardinale Ippolito II d’Este era quello di creare un edificio realmente imponente, che potesse attirare le attenzioni di tutte le principali coorti mondiali dell’epoca.
E in effetti con il passare del tempo la fama di Villa d’Este andò crescendo: tra i luoghi di maggiore interesse della villa, l’edificio presenta una facciata molto elegante che si staglia alla vista del visitatore dopo aver percorso il vialone delimitato dalla Gran Loggia. Per entrare nel palazzo si deve salire la scalinata per accedere poi al grande salone reso celebre da affreschi di un certo rilievo.
L’edificio comprende l’Appartamento Nobile, l’Appartamento Vecchio o Superiore, la Sala delle Storie di Salomone, l’Appartamento Inferiore, il Salone della Fontanina. Tre distinti livelli formano l’edificio intero.
Oltre al palazzo come detto, Villa d’Este è famosa per il suo giardino all’italiana: un esemplare di manierismo italiano che divenne famoso in epoca rinascimentale e che fu di ispirazione per tante coorti europee. Centinaia di fontane che si stagliano tra alberi di ogni genere. Nel complesso uno dei parchi più belli al mondo che fa da cornice ad un edificio fantastico.